Che si mangia oggi al ristorante?

Ora la scelta è su smartphone!

Il menù à la carte è soggetto ad alta manipolazione.

Lo trovavamo poco igienico prima del Covid, ora i protocolli non ne consentono più l’utilizzo.

Addio quindi, e senza rammarico, a quei cartoncini lisi, talvolta unti, spesso troppo “vissuti”.

Gli stessi protocolli consentono di sottoporre all’ospite un menù usa e getta, nulla di diverso da ciò che fanno moltissimi alberghi leisure, specie gli stagionali con formule all inclusive o comunque pensione completa.

Parliamo del famoso “menù a crocette“, che troviamo non solo superato, ma anche poco efficiente in termini di comodità per l’ospite, di tempistiche di gestione per il personale, di attenzione all’ambiente.

Questa pratica costringe l’ospite a decidere cosa mangiare il giorno dopo proprio durante la cena, cioè in un momento in cui di solito si è già sazi e per nulla propensi a pensare nel dettaglio alle pietanze delle prossime 24 ore.

Per non parlare del cameriere che passa fra i tavoli chiedendo la consegna puntuale del “compitino” debitamente compilato, per poi appartarsi con carta, penna e calcolatrice in un angolo della sala ormai quasi vuota a contare le crocette.

E il nostro senso di attenzione all’ambiente? Quest’anno, purtroppo, proprio non brilleremo in termini di plastic free ed utilizzo di detergenti biodegradabili. Comunichiamo perlomeno che siamo bravi nel risparmio della carta!

La tecnologia ci aiuta nel quotidiano (nasce proprio a questo scopo!), quindi usiamola!

Qualitando, sensibile alle necessità sopravvenute nel particolare periodo vissuto, si è concentrata nello sviluppo di diverse nuove funzionalità.

Il menù digitale

Ora parliamo del menù digitale.

Se hai un ristorante à la carte, puoi inviare a tutti gli ospiti il menù, che sia fisso oppure del giorno, corredato di prezzi.

Se invece hai una ristorazione inclusa nel prezzo del soggiorno ed il menù che cambia tutti i giorni, ma hai bisogno che gli ospiti preordinino le pietanze il giorno prima, invii a tutti gli ospiti presenti un menù in cui è possibile scegliere le pietanze e le quantità, suddivise per ogni pasto.

L’ospite può indicare le proprie allergie o intolleranze, inserire note testuali, complimenti allo chef, gradimento dei piatti e indicare dove preferisce pranzare o cenare.

Può richiedere il pasto da asporto se l’hotel prevede questo servizio, oppure selezionare la fascia oraria preferita nel caso in cui si rendesse necessario il doppio o triplo turno.

La compilazione avviene per mano di un occupante della camera in qualsiasi momento, purché entro l’orario stabilito (di solito le 21.30 della sera prima).

Il sistema restituisce una scheda sintetica ma completa dell’ordine della singola camera, una panoramica generale delle note testuali, ed anche, utilissimo, un export in formato excel della totalità degli ordini per il giorno dopo.

Daniele Passaro, marketing manager di Icon Srl, ha gentilmente risposto a qualche nostra domanda sull’utilizzo della funzione menù di Qualitando al Park Hotel Marinetta di Marina di Bibbona.

Ecco qui la breve intervista:

1. Come viene percepita dall’ospite questa nuova modalità di scelta delle pietanze?

Attualmente il riscontro è positivo, diciamo che abbiamo un 60% degli ospiti che compila il questionario. Gli ospiti ci tengono a renderci consapevoli delle eventuali intolleranze e allergie e si dilungano anche in commenti e complimenti alla cucina. Noi siamo passati dal buffet tipico del 4 stelle alla cena su tre portate, quindi lo scostamento rispetto al 2019 è importante. Nonostante questo siamo riusciti a mantenere un alto standard di servizio.

2. Il personale di sala e di cucina trova semplice l’utilizzo di questa funzione di Qualitando?

Si. Abbiamo utilizzato il metodo del file excel. Ogni giorno viene inviato ai reparti un report di sintesi delle compilazioni che esplicita sia le numeriche complessive che il dettaglio ordine di ogni camera (e quindi di ogni tavolo). Ho creato dei tutorial video per spiegare a tutti i dipendenti il funzionamento della dashboard.

3. Avete notato vantaggi particolari nell’implementazione di questa funzione di Qualitando? Ad esempio il risparmio di carta, risparmio di tempo, o altro?

C’è un vantaggio immediato nel risparmio di carta. Il risparmio di tempo lo riscontreremo sicuramente quando il metodo organizzativo sarà consolidato, anche se non ci sono dubbi a riguardo: Il personale di sala in uno scenario di ottimo (90% di questionari compilati) non avrà più l’onere di prendere le ordinazioni al tavolo e non ci sarà neanche un affaticamento del reparto ricevimento nella gestione di questa funzione (creazione dei menù, gestione delle richieste particolari degli ospiti, etc…).

A breve, il 24 luglio, riaprirà un altro hotel del gruppo, The Sense Experience Resort di Follonca, ed anche qui Daniele introdurrà i menù digitali.

I vantaggi, dunque, sono evidenti:

  • Fine della manipolazione della carta. L’igiene massima è garantita. Ognuno tocca solo il proprio smartphone
  • I camerieri avranno più tempo per sistemare la sala e lucidare le posate con aceto e alcool, perché i conti delle crocette non spettano più a loro
  • Feedback più frequenti e sinceri. Si sa che anche i più timidi scrivono, quando viene richiesto un parere da una piattaforma online
  • L’ambiente ti ringrazierà

La funzionalità menù si trova nell’area Management del tuo backoffice Qualitando.

Se non hai ancora attivo il piano Premium, chiedi a noi!

Stai sul pezzo
Ogni articolo, lo scriviamo per te.
Il team di esperti di Qualitando è sempre aggiornato sulle ultime novità in materia di marketing e reputazione.
Leggi gli approfondimenti e trova una risposta ad ogni tua domanda.
Qualitando in Toscana
Upselling e Crosselling
Il trend delle recensioni estive: cosa dicono i dati
Storie di successo
Hotel con una reputazione che conta

Intervista a Patrick Beriott, Marketing and Communication Director di Warrant Hub S.p.a. e Luca Carrara, General Manager di Villa Quaranta che si è avvalso della finanza agevolata.

In questa seconda parte di articolo abbiamo avuto il piacere di intervistare Alberto Giordani, titolare di Alpenresort Belvedere Spa Gourmet Dolomiti, sempre riguardo a come è cambiato e sta cambiando il check-in in hotel.

Parliamo insieme a Damiano De Crescenzo, direttore del gruppo Planetaria Hotels, di come è cambiato il check-in e di come l'ospite vuole essere accolto in hotel, senza file, bureau e lunghissime attese.

Studiamo e ricerchiamo,
poi insegniamo a te

Webinar

Per conoscere sempre più da vicino il mondo della comunicazione digitale che porta a risultati certi in termini di buona reputazione e di fatturato.

Formazione web

Ti insegniamo ad attivare, personalizzare e rendere tua ogni funzionalità del software Qualitando.